Sambuco. Le proprietà benefiche di una pianta magica

E’ passato un po’ di tempo dall’ultimo articolo ma d’altronde si sa l’estate è stagione di raccolta e quando si raccoglie poi bisogna anche produrre e quando si produce bisogna anche conservare e quando si conserva…bhè è un gran bello FullSizeRendersbattimento. Ma ecco qui ora un piccolo e interessante articolo dedicato a una pianta spontanea normalmente di piccole dimensioni ma dalle grandi proprietà benefiche. Il Sambucus nigra, da non confondere assolutamente col tossico Sambucus ebulus, è infatti una pianta che vi sorprenderà per i suoi molteplici usi. Della pianta si sfruttano principalmente i fiori, le foglie e le bacche mature.

I primi spesso usati nella tradizione dei popoli nordici per preparare frittelle o pani aromatizzati sono però anche usati per la preparazione di un infuso, noto per la sua capacità di aumentare la sudorazione corporea, così da favorire l’eliminazione delle tossine e la contenzione della temperatura durante gli stati febbrili.

IMG_2361Uniti alle foglie, i petali in infusione vengono impiegati per la creazione di tisane contro i problemi delle vie respiratorie – come asma, tosse e raffreddori – anche perché i flavoni della pianta hanno un effetto vasodilatatore che sblocca tutte le occlusioni dovute dal muco in eccesso. Per questo, fiori e foglie possono essere adoperati anche per migliorare la circolazione sanguigna, soprattutto quella periferica, sia con l’assunzione orale che con impacchi localizzati per limitare la rottura dei capillari o per un rapido sollievo dalle scottature.

Con le bacche invece che vanno sempre cotte e raccolte ben mature si possono realizzare dei decotti oppure delle ottime marmellate. Nota bene però, hanno forti proprietà lassative, motivo per cui se si esagera nel consumo… bhè poi non dite che non vi avevo avvisati.

Nell’antichità si attribuivano a questo albero poteri magici legati ai riti funebri ed era utilizzata fiorepresso i pagani come pianta capace di proteggere da demoni e streghe, ecco perché un albero di sambuco era sempre presente presso le case contadine o i monasteri. In Austria veniva persino chiamato “Farmacia degli Dei” e la tradizione contadina imponeva di inchinarsi 7 volte al cospetto di una pianta di sambuco perché da sette sue parti si potevano estrarre potenti medicamenti: fiori, con funzione depurante, frutti utilizzati contro bronchite e mali da raffreddamento, foglie con impacchi per la pelle, corteccia come riequilibrante intestinale, radici sotto forma di decotto contro la gotta, resina contro le lussazioni ed infine germogli contro le nevralgie. Per finire dai giovani rami si ottenevano fischietti o flauti ai quali attribuivano poteri magici capaci di proteggere da sortilegi e magie. Perché il suono dello flauto fosse veramente magico come quello della celebre opera di Mozart il ramo doveva essere tagliato in un luogo silenzioso lontano dal canto del gallo che avrebbe reso roco il suono dello strumento. E ora che sappiamo quanto magico è il sambuco assaporiamo anche tutta la sua magica dolcezza in una succosa marmellata biologica fatta in casa, dove? Al Poggio B&B naturalmente…

. sambuco IMG_2368

Annunci

2 risposte a "Sambuco. Le proprietà benefiche di una pianta magica"

  1. che meraviglia quella marmellata, bellissima anche la foto, molto invitante…verrò sicuramente al Poggio
    ad assaggiare tutte le sorprendenti ricette che fai, mi è rimasta impressa la favolosa crema di nocciole.
    ciao e buon lavoro
    Silvi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...